skype down attacco hacker

 

La situazione di Skype down è successiva a un attacco sui social network del client e sul blog dell'azienda, facente parte del gruppo Microsoft. Sui profili Twitter e Facebook ufficiali, infatti, nella tarda serata sono comparsi messaggi sospetti che rivendicavano l'attacco da parte del gruppo Syrian Electronic Army, cyber-militanti in appoggio del presidente siriano Bashar al-Assad. L'accusa mossa dal gruppo SEA nei confronti della potente società americana di messaggistica VoIP è quella di spiare le conversazioni private tra gli utenti, in riferimento al recente scandalo Datagate e alle intercettazioni in possesso della NSA.

Scarsa la reattività dell'azienda attaccata, che ha impiegato più di un'ora per rimuovere i messaggi lasciati dai cracker, mentre i blog, in questo momento, è ancora off-line, sicuramente per evitare altre pubblicazioni come quelle comparse nelle scorse ore.

I tecnici Skype sono al lavoro per tentare di ripristinare la situazione nel più breve tempo possibile ma ancora non è stato comunicato quando l'applicazione VoIP più utilizzata del mondo potrà tornare a essere correttamente fruibile. Nel frattempo, sul profilo Twitter di Skype è stato pubblicato un messaggio da parte del team tecnico in cui si conferma quanto avvenuto nelle ore precedenti, rassicurando gli utenti che il gruppo è al lavoro per risolvere il problema.

Senza Skype, oggi saremo tutti un po' più soli e più distanti.